Borse di studio per rifugiati - Ministero dell’Interno - Fondazione CRUI

Bando 100 borse per rifugiati Ministero Interno – CRUI a.a. 2022/23

Online fino al 31 agosto 2022 il bando per 100 borse di studio a studenti con protezione internazionale, per l’accesso a corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca senza borsa presso le università italiane. L’iniziativa, promossa dal Ministero dell’Interno e dalla CRUI, con la partecipazione dell’ANDISU, ha l’obiettivo di sostenere il diritto allo studio di giovani studenti meritevoli, titolari di protezione internazionale, costretti ad interrompere il percorso di studi avviato nel Paese d’origine.

I candidati selezionati, una volta finalizzata l’iscrizione presso l’Ateneo prescelto, potranno usufruire della borsa il cui l’importo complessivo di € 7.081,40 sarà versato dal Ministero direttamente all’Ateneo, che provvede alla copertura delle spese per gli strumenti e i servizi indicati all’art.6 c.1 del D.lgs 68/2012, anche attraverso la stipula di accordi con gli Enti per il Diritto allo Studio. Gli Atenei ospitanti, inoltre, garantiranno agli studenti vincitori delle borse di studio l’esenzione dal pagamento delle tasse e dei contributi universitari; l’utilizzo dei servizi didattici (biblioteche, centri) e la copertura del premio dell’assicurazione infortuni.

 Si segnala che:

  • come negli anni passati, i beneficiari di borsa dell’a.a. 2021/22 dovranno comunque ricandidarsi per poter ottenere la riconferma del beneficio nell’a.a. 2022/23, se in possesso dei cfu richiesti;
  • coloro che abbiano ottenuto per la prima volta nell’a.a. 2021/2022 l'immatricolazione con riserva da un'Università italiana potranno concorrere al bando come per una prima iscrizione;
  • i cittadini ucraini potranno candidarsi anche se in possesso della sola protezione temporanea.

Tutte le informazioni e le modalità di candidatura a questo link.


Ultimo aggiornamento 01/08/2022